L’enneagramma è un simbolo formato da una circonferenza con nove punti di riferimento, come spiega il termine “enneagramma” di origine greca, composto da “ennea” che significa nove, e “gramma” che significa segni. Di origine antichissima, è stato usato da diverse scienze e tradizioni religiose per interpretare le leggi e i fenomeni che governano l’universo. La tradizione spirituale, prima ancora di quella psicologica, ha incontrato l’enneagramma attraverso i maestri sufi che, nel medioevo, avevano identificato le nove “passioni”, corrispondenti ai sette vizi capitali della tradizione cristiana, che impedivano alle persone di realizzare una conoscenza e relazione più profonde con Dio e con la vita.

Grazie a questo strumento è possibile accrescere la propria capacità di empatia e consapevolezza, migliorare la capacità di ascolto di se stessi e degli altri, acquisendo maggiore capacità di condurre ogni relazione fondata sul dialogo.

In questa lezione, in modo particolare, il Dott. Patrizio Paoletti e i suoi assistenti mostreranno le potenzialità dello strumento per indagare le grandi domande dell’uomo e leggerne la manifestazione nelle posture e negli atteggiamenti abituali di uomini e donne che, ogni giorno, si confrontano con gli accadimenti quotidiani della vita e il miglioramento di se stessi e degli altri.

Assisi (PG), 14-15 febbraio 2009

Per Iscrizioni e Informazioni: segreteria Fondazione Patrizio Paoletti, 06 8082599

 

Condividi