Alcuni movimenti del corpo potenzierebbero le capacità cerebrali dell’uomo, aumentando la creatività e la capacità di problem solving, indipendentemente dell’età.

Questo è il risultato di una ricerca scientifica internazionale, pubblicata sulla rivista Plos One, condotta da 5 ricercatori provenienti da alcune delle Università più prestigiose del mondo e nata dall’intuizione tutta italiana della Fondazione Patrizio Paoletti.

La ricerca, che ha richiesto oltre 43.536 ore di lavoro, ha dimostrato che gli emisferi del cervello possono essere messi in una più efficace cooperazione tra loro grazie ad alcuni specifici movimenti che si possono eseguire nella vita di tutti i giorni.

La Fondazione Patrizio Paoletti, attiva da oltre 10 anni nella ricerca neuroscientifica e psicopedagogica, è specializzata nello sviluppo di tecnologie interiori applicate all’infanzia e alle relazioni d’aiuto.

Il Quadrex è la piattaforma tecnologica che consente l’applicazione quotidiana di questa importante scoperta”, dice il presidente Patrizio Paoletti, “è uno dei nostri progetti per il potenziamento del capitale umano, realizzati grazie alla passione e al sostegno dei nostri supporters e alla professionalità del gruppo di lavoro che mi ha assistito nello sviluppo di questo studio negli ultimi 10 anni”.

Scopri di più

 

Condividi